• msmariasqueo

Ti Sposi in Chiesa: quali documenti ti servono? - parte1 -

Aggiornamento: ott 12


Ciao e benvenuta nel mio mondo!


Oggi ti servirò su un piatto d’argento tutto ciò che devi sapere riguardo i documenti per la celebrazione del Matrimonio Canonico, ovvero quello religioso.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Quindi se vuoi sposarti in chiesa e non sai quali sono i documenti che ti servono, allora sei nel posto giusto perché io sto per rivelarteli.


Tu devi solo prendere carta e penna e scrivere l'elenco dei documenti che trovi qui di seguito, ovvero:


L'attestato di frequenza al corso prematrimoniale si tratta di un apposito corso preparatorio al Matrimonio, al quale gli aspiranti Sposi sono tenuti a partecipare.

Il corso prematrimoniale di solito si svolge presso una delle parrocchie da cui provengono gli Sposi, oppure in una terza a loro scelta.

In ogni caso la durata di tale corso risulta essere non inferiore a 2-3 mesi.

Dopo aver completato il corso viene rilasciato agli aspiranti Sposi un attestato di frequenza.


Il certificato di Battesimo

di ognuno degli aspiranti Sposi, ad uso Matrimonio, rilasciato da non più di sei mesi.


Tale documento viene rilasciato dalla chiesa in cui è stato ricevuto il sacramento e deve riportare soltanto il nome e il cognome, il luogo e la data di nascita di ognuno degli aspiranti Sposi e l’indicazione del luogo e della data del battesimo.

In caso di importanti annotazioni relative all’adozione, eventualmente contenute nell’atto di battesimo, esse devono essere trasmesse d’ufficio e in busta chiusa al parroco che conduce l’istruttoria matrimoniale.

Mentre per quanto concerne i dati o le annotazioni riguardanti i genitori naturali di persone adottate, il parroco della parrocchia del battesimo e il parroco che conduce l’istruttoria sono tenuti al segreto d’ufficio.

Nel caso in cui dovesse essere impossibile procurarti un certificato di battesimo recente o anche vecchio, sarà sufficiente recarti dal parroco insieme ad un’altra persona (cristiana) che confermi il ricevimento del sacramento.


Il certificato di Cresima

da richiedere al parroco della parrocchia in cui è avvenuto il battesimo perché solitamente la Cresima è annotata nel certificato di battesimo.

Nel caso così non fosse allora devi richiedere il certificato di Cresima nella parrocchia in cui è stato ricevuto il sacramento.


Il certificato di morte del coniuge per le persone vedove

da richiedere nel comune di residenza del defunto oppure nel caso in cui la persona sia deceduta in un luogo diverso da quello di residenza.

Tale certificato si richiede presso il comune ove è avvenuto il decesso e per ottenerlo occorre l'autorizzazione del Procuratore della Repubblica del Comune in cui si richiede.


La prova di Stato Libero Ecclesiastico della persona

è un certificato necessario nel caso in cui uno dei futuri Sposi, dopo aver compiuto il sedicesimo anno di età, sia stato residente, (e non domiciliato) per più di un anno, in diocesi diversa da quella attuale, preciso, residente in altro comune diverso da quello di nascita e dopo il 16° anno di età.

Tale certificato viene redatto dal parroco che istruisce la pratica.

Nel caso in cui uno degli aspiranti Sposi, ha più volte cambiato il domicilio e, per questo motivo, risulta difficile ottenere il certificato di stato libero ecclesiastico, è possibile fare un giuramento suppletorio, in sostituzione di questo documento.

La Prova di Stato Libero avviene alla presenza di due testimoni, il Parroco istruisce un "processicolo" e raccoglie la testimonianza di due persone che hanno conosciuto lo Sposo (o la Sposa) nel periodo in cui risiedeva in un'altra diocesi.

Se non vi sono testimoni, la prova avviene tramite giuramento dell'interessato.


Ottenuti i certificati che ti ho appena elencato, avrai cura di portarli al parroco.


Da parte sua il Parroco interrogherà te e il tuo futuro Sposo separatamente per il consenso.


Adesso mi chiederai: "Maria, cos'è il consenso?"


Il consenso è un atto personale dei nubendi in cui essi manifestano liberamente e pienamente consapevoli, la loro volontà di unirsi in Matrimonio.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Il consenso è l'esame dei nubendi avente lo scopo di verificare:

  • la libertà

  • l’integrità

  • la volontà

di sposarsi secondo:

  • la natura

  • i fini e le proprietà essenziali del Matrimonio

  • l’assenza di impedimenti e di condizioni.

In sintesi, il consenso consiste nella promessa solenne e vicendevole che i futuri Sposi, si scambiano in cui dichiarano di formare tra loro il vincolo coniugale secondo i comandamenti della chiesa.


Come avviene il consenso matrimoniale religioso?


Come ho già detto per poterti sposare in Chiesa tu ed il tuo futuro Sposo siete tenuti a frequentare il corso prematrimoniale.

Alla fine di tale corso il parroco v'incontrerà separatamente per un colloquio privato e vi interrogherà sulle vostre reali intenzioni.

In pratica il parroco vi chiederà:

  • se siete davvero intenzionati a sposarvi

  • se lo state facendo liberamente o se al contrario

  • siete costretti a farlo.

Il parroco vi porrà diverse domande alle quali dovrete rispondere in merito:

  • alla fede

  • alle motivazioni che vi spingono a scegliere di sposarvi secondo il rito religioso

  • in merito alla volontà di avere dei figli.

Questo colloquio è un momento di riflessione cristiana in cui tu ed il tuo futuro Sposo avrete modo di comprendere se i vostri desideri e le vostre aspettative di coppia vanno verso la stessa direzione.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Tieni presente che le risposte che fornirete al parroco, nel corso del colloquio per il consenso, saranno rese:

  • sotto giuramento

  • verbalizzate

  • sottoscritte

  • tutelate dal segreto d’ufficio.

Fa molta attenzione a questo momento in quanto dopo il colloquio il parroco vi rilascerà il Nulla Osta al Matrimonio, vale a dire il documento attestante appunto il suo consenso al vostro Matrimonio.


Ti ricordo che trovi la guida dell'intero Iter Burocratico di Nozze, completa di leggi utili, tra gli strumenti del mio Club on line Regine del Wedding.

Ti consiglio di entrare nel mio Club on line Regine del Wedding perché se vuoi essere la perfetta organizzatrice del tuo Si, oltre ad essere la Sposa Perfetta che si dirige sicura e felice verso l’altare come hai sempre sognato, sappi che nel mio ultimo libro “3 modi per organizzare Nozze nel 21° secolo” scoprirai tutti i segreti che caratterizzano i modi, quindi le soluzioni alle quali ogni aspirante Sposa può accedere per organizzare e vivere Nozze in questo 21° secolo.

Nel libro potrai valutare quale di questi 3 modi è più sicuro, pratico, semplice e soprattutto adatto a te e alle tue esigenze di aspirante Sposa, a prescindere dalle risorse economiche e temporali che hai a disposizione per organizzare e vivere il tuo sogno d’amore.


Tra le pagine del libro troverai anche diverse storie di aspiranti Spose che hanno deciso di applicare questi modi per organizzare e vivere Nozze perfette oggi, oltre a chiarire una volta per tutte ciò0 che ognuno di questi 3 modi può o non può fare per le tue Nozze in questo 21° secolo.


Ovviamente, ti consiglio di leggere il libro, soprattutto se vuoi orientarti al meglio tra le diverse soluzioni proposte sul mercato, a partire dalle Wedding Specialist come Wedding Planner e Designer, fino alle Wedding App come guide, diari, blog ecc. fino ad arrivare ai Programmi Wedding italiani.


In più, se sei una di quelle aspiranti Spose intraprendenti, ambiziose, astute e moderne che amano mettere le mani in pasta e fare le cose in modo autonomo ma perfetto, se entri in possesso del libro, avrai la possibilità di entrare gratis il primo mese nel mio Club on line Regine del Wedding.


Nel Club troverai tutti gli strumenti e le procedure pratiche professionali, riadattate per te, allo scopo di trasformarti a tutti gli effetti nella Regina indiscussa del tuo Si, troverai anche i template, le schede e i modelli per realizzare le Partecipazioni di Nozze, gli inviti, i libretti messa, il copione della cerimonia e tanto altro.

Troverai anche la guida pratica al Progetto Nozze in cui puoi scoprire:

  • come si realizza da zero il Progetto di Design delle Nozze

  • cos'è davvero il Progetto Nozze

  • a cosa serve

  • quali sono le risorse del Progetto Nozze

  • quali sono le sezioni che lo compongono

  • come si crea l'intero Progetto Nozze, partendo da zero.

Troverai anche altre guide, come quelle dedicate ai Fiori, alle scenografie e agli allestimenti floreali per la cerimonia di Nozze in chiesa.


Un abbraccio favoloso.

Maria


2 visualizzazioni0 commenti