• msmariasqueo

Le Origini dell'Abito da Sposa, un'eredità millenaria irrinunciabile -parte 1 -

Aggiornamento: 3 giorni fa


Ciao e benvenuta nel mio mondo!


Quando si parla di origini, si parla di storia e come sai la storia è conoscenza e la conoscenza è potenza.


Conoscere le origini dell’Abito da Sposa significa avere tra le mani un potente scettro capace addirittura di svelare come organizzare Nozze Perfette.


Allungare lo sguardo nella storia e scoprire le origini dell’Abito da Sposa ti aiuterà a vedere da una diversa prospettiva la scelta del tuo Abito da Sposa.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Ma perché dovresti vedere la scelta del tuo Abito da Sposa secondo una diversa prospettiva?


In effetti, potresti dirmi: “Maria, io sono consapevole di dover scegliere l’Abito dei miei Sogni, quale diversa prospettiva dovrei avere?”


Ebbene, tu sicuramente fai parte di quella schiera di aspiranti Spose in grado di dare la giusta importanza alla scelta dell’Abito da Sposa.


Sei consapevole dell’importanza che ricopre l’Abito da Sposa e sicuramente tu sei differente da tutte le aspiranti Spose le quali trattano la scelta del loro Abito come il momento in cui vanno a fare shopping con le amiche.


Tu a differenza loro sei conscia del fatto che stai per scegliere l'Abito che indosserai quando camminerai sul tappeto bianco e bellissima e maestosa come una Regina raggiungerai l’amore della tua vita per pronunciare il tuo fatidico SI.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Difatti, tutto quello che sto per rivelarti è rivolto proprio alle donne come te, perfettamente consapevoli dell’importanza del proprio Abito da Sposa, perché le altre difficilmente sarebbero in grado di allungare lo sguardo nella storia per scoprire le origini dell’Abito da Sposa al fine di vedere da una diversa prospettiva la scelta dell'Abito più bello e importante della tua vita.


In pratica, nell’attimo in cui sceglierai il tuo Abito da Sposa non solo vivrai uno dei momenti più favolosi della tua vita ma scriverai di tuo pugno la storia della famiglia che ti appresti a creare.


La storia della famiglia alla quale darai vita nel momento in cui entrerai in chiesa, con indosso il tuo Abito da Sposa, camminerai sul tappeto bianco e bella come una Regina dirai SI all’uomo che ami.


In sintesi, l'Abito da Sposa, rappresenta il tuo: “c’era una volta.”


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Rappresenta il momento in cui inizi a raccontare la storia della famiglia che stai per creare con l’amore della tua vita.


Il tuo Abito da Sposa è la storia che racconterai prima ai tuoi figli e poi ai tuoi nipoti.


Ecco qual è la tua diversa prospettiva: “il tuo Abito da Sposa rappresenta l’attimo in cui tu dai inizio alla creazione della tua nuova famiglia, il tuo Abito da Sposa è la tua storia, la tua eredità millenaria irrinunciabile.”


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

D’ora in poi considera il tuo Abito da Sposa come quel manoscritto antico capace di narrare la storia della nascita della tua nuova famiglia e non più come un semplice abito da acquistare con le amiche in un momento di shopping dedicato al Matrimonio.


Per ricapitolare, il tuo Abito da Sposa, al pari di un prezioso manoscritto, racconterà l’avvenimento storico più importante della tua vita, la nascita della tua nuova famiglia, racconterà di TE, in quanto donna e Sposa, alla tua discendenza, per sempre.


Maria Squeo Wedding Supervisaor & Designer

Adesso comprendi cosa intendo quando ti dico che allungare lo sguardo nella storia e scoprire le origini dell’Abito da Sposa ti aiuterà a vedere da una diversa prospettiva la scelta del tuo Abito da Sposa?


Ti farà essere consapevole del fatto che il tuo Abito da Sposa scriverà le prime pagine del libro della tua famiglia.


Quindi, ripeto, attraverso il tuo Abito da Sposa stai tramandando ai tuoi eredi un po' di Te e della tua vita.

Stai raccontando loro i tuoi sogni di giovane Sposa, i tuoi desideri di donna, il tuo stile personale e il tuo carattere distintivo.


Oltre a ciò conoscere la storia dell'Abito da Sposa ti servirà anche a comprendere com'è nato, come si è evoluto nei secoli tale abito e il perché può tranquillamente essere considerato una vera e propria eredità millenaria che tu sei in grado di arricchire con il tuo contributo.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Fatta questa importante premessa, adesso entro nel vivo del nostro argomento, ossia della storia dell’Abito da Sposa e lo faccio sfatando il falso mito dell'Abito Bianco.


Perché voglio sfatare il mito dell’Abito bianco?


Perché troppo spesso rispondo alle aspiranti Spose le quali affermano: “Maria, per il mio Matrimonio desidero un abito colorato, vorrei evitare l'obbligo d'indossare il classico e antico Abito Bianco.”


Quindi nel caso in cui anche tu sia convinta del fatto che l’Abito da Sposa in origine fosse bianco allora presta attenzione a quanto sto per dirti, perché in verità l'Abito Bianco non è mai stato obbligatorio, né tantomeno antico, e contrariamente a quanto si pensa l’Abito da Sposa non nasce bianco!


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Per la precisione si parla di Abito da Sposa, come tipologia di indumento, solo nel primo dopoguerra.


Prima di questo periodo le donne vestivano un Abito che era rappresentativo di uno status.


Difatti, la Sposa, nel giorno delle Nozze, rappresentava la famiglia di provenienza, non se stessa, ti ricordo che il matrimonio era combinato e i due sposi non si conoscevano.


Per cui l'abito che indossava la Sposa era simbolo del potere e del prestigio della sua famiglia, era un elemento distintivo e di appartenenza ad un preciso stato sociale, vedi ad esempio nella foto qui di seguito l'abito da Sposa di Caterina de Medici con Enrico di Valois duca di Orleans che in seguito divenne re di Francia con il nome di Enrico II.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Per suddetti motivi l’Abito non era bianco, bensì molto colorato, ripeto, l’Abito da Sposa non nasce Bianco.


Non a caso le testimonianze storiche, ormai note a tutti, attestano che già nel Medioevo l'Abito indossato dalle Spose era tipicamente rosso.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Rosso perché tale colore era considerato non solo, come lo consideriamo noi oggi, ovvero simbolo d'amore ardente, ma era simbolo della capacità di procreare, era il colore della regalità, della ricchezza e del potere economico.


In sintesi, l'Abito da Sposa in questo periodo era confezionato con l’uso di colori molto accesi, vivaci e con stoffe e materiali preziosi, quali:

  • velluti

  • broccati

  • damaschi

  • sete

  • pellicce

allo scopo di attestare, come ho detto, la potenza e la ricchezza della famiglia di appartenenza della Sposa.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Addirittura, ancora oggi in Giappone, in Vietnam e Afghanistan si usano il rosso e i colori accesi per confezionare l’Abito da Sposa, anche se negli ultimi tempi si tende ad uniformarsi agli usi occidentali e ci si avvicina al colore bianco.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

In realtà, si hanno notizie dell'Abito da Sposa ancor prima del Medioevo, le origini risalgono infatti all’antico Egitto, periodo in cui esisteva già il Matrimonio, pur essendo ristretto solo alla sfera privata in quanto non era sancito né dallo Stato e nemmeno dal clero.


In tale periodo le donne usavano indossare una lunga gonna, ricoperta da una sopra veste in lino trasparente e sul capo mettevano un fazzoletto rigato, ripiegato dietro le orecchie, oppure parrucche, copri capo e acconciature arricchite con bende dorate, fermagli vari, cerchi d’oro e fiori.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Com’è noto anche nell’antica Roma il Matrimonio costituiva un accordo di potere e serviva a sancire l'alleanza tra famiglie, quindi non solo suggellava l’unione di due individui ma il legame di casate e veniva deciso dai genitori, addirittura quando i futuri Sposi erano ancora bambini, per la tutela d'interessi di carattere economico e politico.


Dunque, come ho detto la Sposa rappresentava l’intera famiglia e l’Abito indossato durante il Matrimonio ne esprimeva lo status.


In questo periodo le Spose vestivano una tunica bianca o gialla, detta tunica recta o regilla, questa tunica era lunga fino a coprire i piedi, priva di maniche e confezionata senza orli.


La tunica recta era chiusa in vita da una cintura di lana, il cingulum, annodata da un particolare doppio nodo, chiamato nodo d’ercole, un nodo che solo lo Sposo poteva sciogliere.


Sulle spalle le Spose indossavano un mantello, la palla, color zafferano che era dello stesso colore dei sandali.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Le Spose usavano raccogliere i capelli in un'acconciatura particolare simile a quella delle Vestali, ossia le vergini sacerdotesse consacrate alla dea Vesta considerata la protettrice del focolare.


Questa acconciatura nel dettaglio era formata da sei trecce, seni crines, composte attorno alla fronte con l'aiuto di piccole fasce o nastri.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Sul capo portavano una corona realizzata con:

  • gigli, simbolo di purezza

  • spighe di grano, simbolo di fertilità,

  • mirto, simbolo di longevità (questo era il fiore sacro ad Afrodite, dea dell'amore)

  • rami di rosmarino considerati simbolo dell'amore femminile perché è una pianta forte e resistente anche se cresce lentamente.

La corona di fiori così composta serviva a fermare il flammeum, ovvero il velo nuziale.


Il flammeum era lungo come il mantello e di colore arancio, oppure giallo zafferano, ma anche rosso rubino il colore simbolo del Matrimonio, simbolo del fuoco di Vesta considerata la dea protettrice del focolare.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

In seguito, tra il X-XI sec. la chiesa trasforma il Matrimonio, fino a quel momento visto come un vincolo sociale, in una cerimonia, potenziando così la sua autorità su questa istituzione.


In tale periodo storico non esistono regole precise per l’Abito da Sposa, difatti le donne appartenenti ad una famiglia "modesta" usano indossare il loro abito più bello.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Invece, le donne appartenenti all’alta società indossano abiti confezionati con tessuti pregiati, dai colori brillanti e luminosi ed arricchiti da decori vari e ricami.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Insomma, come avrai capito l’Abito da Sposa rappresenta una vera e propria eredità millenaria per mezzo della quale ogni Sposa lascia, ai suoi discendenti, non solo una traccia importante di se ma può diventarne parte della storia attraverso il proprio contributo.


Pertanto, nell'attimo in cui la donna indossa il suo Abito da Sposa si carica di una grande responsabilità, quella di tramandare ai posteri la Storia di se e della sua epoca attraverso l'Abito dei suoi Sogni.


Ecco perché l'Abito da Sposa rappresenta un’eredità millenaria che ogni Donna ha il privilegio di onorare e mai dimenticare.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Un’eredità il cui obiettivo è dato dal mettere in luce, non solo l’importanza della "veste nuziale", ma anche il significato simbolico e spirituale che detta veste trasmette attraverso:

  • lo stile peculiare dell'epoca storica a cui appartiene

  • la forma caratteristica dell'Abito in uso in detto periodo

  • i tessuti in voga e di moda

  • i colori adottati e scelti per esprimere un preciso messaggio o significato

  • i gesti

  • gli usi

  • il credo

  • le tradizioni

  • e tutti quegli elementi che uniti tra loro, fanno parte di un più grande progetto vissuto dagli innamorati, da sempre, il progetto di Nozze.

Un’eredità che proietta la Donna in un momento storico in cui ogni pezzo della sua libertà è stato ottenuto con rinunce, impegno e, molto spesso, con il sacrificio, in quanto negli anni ella è stata costretta a lottare per quei diritti che oggi permettono a tutte noi, donne moderne, di arrivare a pronunciare il fatidico SI nella più totale libertà e serenità e di scegliere il nostro destino con altrettanta libertà.


E' chiaro dunque, cos’è e cosa rappresenta davvero l’Abito da Sposa?


Esso è a tutti gli effetti la vera eredità millenaria irrinunciabile di ogni donna, a prescindere dall'epoca storica in cui vive, dal rito che la unisce in Matrimonio all'uomo che ama, dal modo in cui affronta l’organizzazione Nozze e dagli usi e dai costumi appartenenti alla sua società.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Ragion per cui, se vuoi essere la perfetta organizzatrice del tuo Si, oltre ad essere la Sposa Perfetta che si dirige sicura e felice verso l’altare come hai sempre sognato, sappi che nel mio ultimo libro “3 modi per organizzare Nozze nel 21° secolo” scoprirai tutti i segreti che caratterizzano i modi, quindi le soluzioni alle quali ogni aspirante Sposa può accedere per organizzare e vivere Nozze in questo 21° secolo.

Nel libro potrai valutare quale di questi 3 modi è più sicuro, pratico, semplice e soprattutto adatto a te e alle tue esigenze di aspirante Sposa, a prescindere dalle risorse economiche e temporali che hai a disposizione per organizzare e vivere il tuo sogno d’amore.


Tra le pagine del libro troverai anche diverse storie di aspiranti Spose che hanno deciso di applicare questi modi per organizzare e vivere Nozze perfette oggi, oltre a chiarire una volta per tutte ciò0 che ognuno di questi 3 modi può o non può fare per le tue Nozze in questo 21° secolo.


Ovviamente, ti consiglio di leggere il libro, soprattutto se vuoi orientarti al meglio tra le diverse soluzioni proposte sul mercato, a partire dalle Wedding Specialist come Wedding Planner e Designer, fino alle Wedding App come guide, diari, blog ecc. fino ad arrivare ai Programmi Wedding italiani.


In più, se sei una di quelle aspiranti Spose intraprendenti, ambiziose, astute e moderne che amano mettere le mani in pasta e fare le cose in modo autonomo ma perfetto, se entri in possesso del libro, avrai la possibilità di entrare gratis il primo mese nel mio Club on line Regine del Wedding.


Nel Club troverai tutti gli strumenti e le procedure pratiche professionali, riadattate per te, allo scopo di trasformarti a tutti gli effetti nella Regina indiscussa del tuo Si, troverai anche i template, le schede e i modelli per realizzare le Partecipazioni di Nozze, gli inviti, i libretti messa, il copione della cerimonia e tanto altro.

Troverai anche la guida pratica al Progetto Nozze in cui puoi scoprire:

  • come si realizza da zero il Progetto di Design delle Nozze

  • cos'è davvero il Progetto Nozze

  • a cosa serve

  • quali sono le risorse del Progetto Nozze

  • quali sono le sezioni che lo compongono

  • come si crea l'intero Progetto Nozze, partendo da zero.

Troverai anche altre guide, come quelle dedicate ai Fiori, alle scenografie e agli allestimenti floreali per la cerimonia di Nozze in chiesa.


Un abbraccio favoloso.

Maria


0 visualizzazioni0 commenti