• msmariasqueo

Come progettare le scenografie e gli allestimenti floreali in chiesa

Aggiornato il: mar 6

Ciao e benvenuta nel mio mondo!


Nell'articolo precedente ti ho rivelato come progettare le scenografie e gli allestimenti floreali in chiesa in 7 step. (leggi QUI).

Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Ti ho svelato l'importanza di misurare tutti gli spazi interni ed esterni e gli arredi della chiesa.


Adesso però voglio rispondere ad una importante domanda che sicuramente ti sei posta, ovvero la seguente:


"Perché mai è così importante che, con metro alla mano, cartine e planimetria della chiesa, si misurino tutti gli spazi e gli arredi della chiesa atti ad accogliere gli allestimenti floreali e cosa significa, poi?"


Ebbene, ipotizziamo che tu abbia progettato e disegnato l'allestimento floreale da realizzare in chiesa.


Benissimo, come prima cosa devi accertarti che l'allestimento da te disegnato sia realmente fattibile, ok?


E adesso tu mi chiederai: "Maria come faccio a saperlo, cosa devo fare?"


Ti rispondo di subito e lo faccio in modo ordinato e preciso perché voglio metterti tra le mani la procedura pratica che ti aiuterà davvero a progettare le scenografie e gli allestimenti floreali della tua Cerimonia di Nozze, senza farti perdere tempo prezioso.


Di seguito la procedura in 5 Step:


Step 1

devi fotografare sia l'interno che l'esterno della chiesa da varie e differenti angolazioni


Step 2

devi scattare foto panoramiche della chiesa per vederla nell'insieme e poi devi scattarne anche diverse da vicino.

In pratica devi fotografare tutti gli spazi che vuoi allestire e anche tutti gli arredi della chiesa da decorare.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Per esempio, se vuoi realizzare un festone fiorito per decorare tutti i banchi della chiesa, devi scattare diverse foto al banco, da diverse prospettive, poi devi misurarlo in lunghezza, larghezza, altezza e profondità.


Infine, devi annotare le misure prese, complete delle tue note personali.


Significa che devi annotarti precisamente:

  • come vuoi che il festone sia poggiato sul banco

  • se vuoi che il festone allestisca tutto il banco e arrivi fino a terra

  • se vuoi che occupi metà banco e arrivi a sfiorare il pavimento

  • se deve percorrere il pavimento fino a toccare la base del banco successivo.


Step 3

Devi prendere nota di quali sono i tuoi fiori preferiti e a proposito di ciò tieni conto che la chiesa ammette tutti i fiori freschi dai toni caldi come per esprimere una dolce preghiera di lode al Signore ed è anche consentita la presenza di frutti freschi.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

Non a caso i frutti fanno parte della tradizione più antica della chiesa delle origini, quando gli altari venivano decorati con bacche frutti e foglie, tutti elementi che si trovavano in natura.


Insomma, è possibile arricchire gli allestimenti floreali con elementi naturali che per la chiesa hanno un preciso significato simbolico.


A questo proposito puoi utilizzare:

  • limoni

  • cedri

  • arance

  • mele

  • melograni

  • uva

  • ciliegie

  • foglie

  • rami

  • bacche

e piante aromatiche come ad esempio il basilico che nella tradizione bizantina si collega alla croce perché il basilico era la pianta profumata del re.


Quindi, proprio come si usava nelle decorazioni delle origini anche oggi è possibile, oltre ai fiori, utilizzare tutti gli elementi naturali e vivi per arricchire gli allestimenti floreali.


Step 4

Devi considerare che per la chiesa cattolica il linguaggio dei fiori nella liturgia è molto importante ed è ricco di significato, ha il compito di narrare le meraviglie e la bellezza del Dio creatore, un Dio che salva e ama sempre.


I fiori recisi sono un'offerta viva, sono simbolo di gioia e di festa, rappresentano un invito alla preghiera, alla contemplazione del creato e alle sue meraviglie, sono un elemento naturale di raro prestigio in quanto esprimono la gratitudine dell’uomo al loro Creatore, soprattutto quando si progettano gli allestimenti floreali per una Cerimonia di Nozze.


Step 5

Devi osservare le 4 indicazioni della chiesa atte a permetterti di progettare o farti progettare il tuo allestimento floreale perfetto.


Quali sono queste 4 indicazioni?


Te le elenco qui di seguito:


Indicazione 1

gli addobbi floreali devono essere progettati e realizzati in modo da essere rispettosi dell’arte della chiesa in cui si celebra il rito, per cui a tale scopo è sconsigliato l’uso di fiori e delle piante finte, questo perché gli allestimenti floreali sono una corona rivolta all’eucarestia, lì c’è Dio, il Signore del cielo e della terra che deve avere il posto principale e i fiori lo devono indicare


Indicazione 2

i fiori hanno il compito preciso di valorizzare i poli celebrativi e dare loro significato senza nasconderli, per cui una bella decorazione floreale deve sempre esaltare gli spazi liturgici e non eclissarli


Indicazione 3

esistono precisi luoghi da evidenziare, rispetto ad altri e da valorizzare grazie ai fiori, cosa significa ciò?


Significa che nel momento in cui andrai a progettare o ti farai progettare le scenografie e gli allestimenti floreali destinati alla tua cerimonia di Nozze in chiesa, dovrai considerare che questi luoghi, detti anche poli celebrativi, hanno un significato ben preciso.


I poli celebrativi sono oggetto di molti gesti di venerazione e devono essere considerati il centro degli allestimenti floreali, di conseguenza, devi studiarli con attenzione nel momento in cui realizzi il progetto degli allestimenti floreali.


I poli celebrativi privilegiati sono per la precisione 8, ossia:

  • l’altare

  • l’ambone

  • il fonte battesimale

  • il tabernacolo

  • l’immagine della Madonna e/o Santo Patrono

  • il cero pasquale

  • la croce

  • il portale principale


Indicazione 4

per progettare gli allestimenti floreali perfetti per la Cerimonia di Nozze in chiesa è necessario che tu conosca qual è il significato, dei poli celebrativi.


Ebbene la domanda sorge spontanea: "cosa sono i poli celebrativi e qual è il loro significato?"


I poli celebrativi sono precisi luoghi della chiesa che si devono assolutamente mettere in evidenza, rispetto ad altri, anche grazie all’uso dei fiori.


I poli celebrativi hanno un significato ben preciso per la chiesa difatti sono oggetto di molti gesti di venerazione.


Ognuno di questi poli celebrativi simboleggia qualcosa di preciso e se vuoi davvero progettare e realizzare il tuo allestimento floreale perfetto, che sia conforme alle regole della chiesa, allora è indispensabile per te conoscere alla perfezione il significato di ognuno di questi 8 poli celebrativi.


Difatti, proprio nel significato dei poli si nasconde, come un tesoro inestimabile, il segreto della decorazione floreale del polo stesso.


Pertanto, solo se conosci il significato dei poli celebrativi il tuo allestimento floreale in chiesa potrà essere realizzato a regola d’arte.


Adesso ti rivelo finalmente qual è il significato di ognuno degli 8 poli celebrativi privilegiati, prendi appunti sul tuo quaderno, mi raccomando.


Il primo polo celebrativo è l'altare.


L’altare è simbolo di Cristo stesso e rappresenta sia la mensa che il luogo del sacrificio, per questo è oggetto di molti gesti di venerazione, come l’inchino, il bacio, l’incensazione e l’omaggio floreale, per cui i fiori, più che sopra la mensa dell’altare, devono essere disposti attorno ad esso e mai in modo eccessivo.


Il secondo polo celebrativo è l'ambone.


L’ambone definito dai Padri della Chiesa come icona spaziale della risurrezione, è immagine visibile di Cristo risorto, che emerge dal sepolcro e proclama la risurrezione a tutti gli uomini.

Ecco perché al luogo dell’ambone è collegata l’immagine del giardino in relazione anche con l'altare, quindi degno di decorazione floreale.


Il terzo polo celebrativo è il fonte battesimale.


Lo spazio destinato all’area battesimale è uno spazio sacramentale specifico, ad esso si collega il tema della piantagione per designare la Chiesa, Paradiso di Dio, visto dai Padri come un bel giardino con alberi carichi di frutti.


Il quarto polo celebrativo è il tabernacolo.


Il tabernacolo (dal latino tabernaculum, è diminutivo di taberna con significato di dimora) significa il luogo della casa di Dio presso gli uomini.

Il tabernacolo è oggetto di culto come sacramento permanente e la composizione floreale ad esso dedicata deve sempre essere molto decorosa.


Il quinto polo celebrativo è l'immagine della Madonna.


Per l'immagine della Madonna come per le immagini dei santi, la composizione floreale deve essere sobria, per non competere con l'altare, l'ambone e il fonte battesimale, considerati i poli più importanti.


Il sesto polo celebrativo è il cero pasquale.


Il cero pasquale è luce di Cristo ed i fiori servono a metterlo in risalto.


Il settimo polo celebrativo è il portale d'ingresso.


Il portale d’ingresso è il primo elemento che c’introduce nella chiesa, è richiamo, invito alla festa, dunque degno di un importante allestimento floreale perché segno di accoglienza per chi si accinge ad entrare per celebrare l’incontro con il Risorto.


L’ottavo polo celebrativo è la croce.


La croce è l'emblema della nostra salvezza nel sacrificio di Cristo che deve apparire ben visibile accanto all’altare, quindi ornarla di fiori è il segno perenne della vittoria di Cristo sulla morte.

I Padri della chiesa parlano della croce come l’albero nuovo e carico dei frutti gustosi della salvezza e ciò può suggerire un allestimento floreale realizzato con fiori e frutti.


Benissimo a questo punto finalmente conosci:

  • i poli celebrativi

  • qual è il loro significato

  • il motivo per cui la chiesa vuole che tali poli celebrativi siano valorizzati secondo regole precise.

Dunque, ho un ultimo suggerimento per te, ovvero tieni presente che devi progettare le scenografie e gli allestimenti floreali in chiesa considerando il periodo in cui ti sposerai e la stagionalità dei fiori, anche perché se scegli i fiori di stagione puoi trovarli in abbondanza e a costi più contenuti.


Ad esempio, se ti sposi in primavera risultano di grande effetto:

  • i fiori di ciliegio

  • i mandorli

  • i cotogni

  • le magnolie in tenui sfumature.

In estate sono interessanti le composizioni realizzate con:

  • i girasoli

  • le spighe di grano

  • i delphinium di vari colori.

In autunno sono splendide:

  • le chiome di quercia

  • le ortensie

  • le margherite

  • i ranuncoli giapponesi

  • i melograni

  • i ciliegi ornamentali

  • le dalie e le cascate di vite

  • americana.

In inverno è indicato l'uso de:

  • l’elleboro rosa

  • il gelsomino d’inverno

  • l’agrifoglio

  • le bacche

  • la camelia.

Mi raccomando, ricorda che i fiori sono un'offerta viva, sono simbolo di gioia e di festa, sono un invito alla preghiera, alla contemplazione del creato e dunque in quanto offerta viva esprimono la gratitudine dell’uomo al loro Creatore.


Maria Squeo Wedding Supervisor & Designer

In più se a questo punto ti stai chiedendo anche come essere la perfetta organizzatrice del tuo Si, oltre ad essere la Sposa Perfetta che si dirige sicura e felice verso l’altare come hai sempre sognato, sappi che nel mio ultimo libro “3 modi per organizzare Nozze nel 21° secolo” scoprirai tutti i segreti che caratterizzano i modi, quindi le soluzioni alle quali ogni aspirante Sposa può accedere per organizzare e vivere Nozze in questo 21° secolo.

Nel libro potrai valutare quale di questi 3 modi è più sicuro, pratico, semplice e soprattutto adatto a te e alle tue esigenze di aspirante Sposa, a prescindere dalle risorse economiche e temporali che hai a disposizione per organizzare e vivere il tuo sogno d’amore.


Tra le pagine del libro troverai anche diverse storie di aspiranti Spose che hanno deciso di applicare questi modi per organizzare e vivere Nozze perfette oggi, oltre a chiarire una volta per tutte ciò0 che ognuno di questi 3 modi può o non può fare per le tue Nozze in questo 21° secolo.


Ovviamente, ti consiglio di leggere il libro, soprattutto se vuoi orientarti al meglio tra le diverse soluzioni proposte sul mercato, a partire dalle Wedding Specialist come Wedding Planner e Designer, fino alle Wedding App come guide, diari, blog ecc. fino ad arrivare ai Programmi Wedding italiani.


In più, se sei una di quelle aspiranti Spose intraprendenti, ambiziose, astute e moderne che amano mettere le mani in pasta e fare le cose in modo autonomo ma perfetto, se entri in possesso del libro, avrai la possibilità di entrare gratis il primo mese nel mio Club on line Regine del Wedding.

Nel Club troverai tutti gli strumenti e le procedure pratiche professionali, riadattate per te, allo scopo di trasformarti a tutti gli effetti nella Regina indiscussa del tuo Si, troverai anche i template, le schede e i modelli per realizzare le Partecipazioni di Nozze, gli inviti, i libretti messa, il copione della cerimonia e tanto altro.

Troverai anche la guida pratica al Progetto Nozze in cui puoi scoprire:

  • come si realizza da zero il Progetto di Design delle Nozze

  • cos'è davvero il Progetto Nozze

  • a cosa serve

  • quali sono le risorse del Progetto Nozze

  • quali sono le sezioni che lo compongono

  • come si crea l'intero Progetto Nozze, partendo da zero.

Troverai anche altre guide, come quelle dedicate ai Fiori, alle scenografie e agli allestimenti floreali per la cerimonia di Nozze in chiesa.


Un abbraccio favoloso.

Maria


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti